Lampredotto: lo street food fiorentino


Lampredotto: lo street food fiorentino

Di popoli che adorano la trippa ce ne sono eccome!
Vi abbiamo già parlato dell’amore che i Normanni hanno per la trippa ed abbiamo più volte accennato al contributo gastronomico ed anche “estetico” che ha avuto sulla città di Napoli (n.d.r. pensate ai banchetti che vendono la trippa con il limone), ma in Italia esistono altri esempi di fans sfegatati della trippa che come sempre nascono come piatti popolari ed economici.

Ad esempio nella bella Firenze da secoli e secoli c’è una pietanza a base di trippa che è diventata un po’ il simbolo dello street food del Granducato di Toscana.
Parliamo del panino con il lampredotto che nel corso del tempo da cibo povero ha fatto fortuna e fama conquistando i cuori o meglio gli stomaci dei ghiottoni di Firenze, al pari della sua nobile parente, la bistecca alla fiorentina.

Origine del nome Lampredotto

Il lampredotto prima ancora di essere un modo per cucinare la trippa è anche il nome di un particolare taglio del quinto quarto.
Parliamo dell’abomaso, che è l’ultima delle quattro cavità che compongono l’apparato digerente dei ruminanti.
Il nome lampredotto trae le suo origini dalla somiglianza di questa trippa con la bocca di un particolare pesce fluviale, la lampreda, che in passato veniva pescata e venduta a prezzi che solo in pochi potevano permettersi.
Il popolo fiorentino non poteva permettersi la lampreda così si inventò un’imitazione a basso costo che permetteva anche ai più poveri il giusto apporto proteico. Quando si tratta di ironia i fiorentini non scherzano!

Il panino made in Florence

Oggigiorno nel centro storico di Firenze non è difficile imbattersi nei lampredottai o semplicemente trippai come alcuni li chiamano, che non sono altro che piccole botteghe che vendono il lampredotto nel tipico panino fiorentino (possibilmente ancora croccante e caldo!) servito insieme all’ immancabile salsa verde, a base di capperi, acciughe e prezzemolo.

La preparazione del lampredotto è semplicissima come ogni piatto popolare che si rispetti; il pezzo di stomaco viene fatto bollire in un brodo vegetale a base di sedano, carota, pomodori e cipolla.

Quindi se avete in programma di andare a Firenze non fiondatevi sulla bistecca alla fiorentina ma lasciatevi tentare dal gusto dello street food fiorentino. E se restate qui a Napoli allora non vi resta che passare in osteria e provare il nostro panino con lampredotto!